Cosa vedere a Parigi, la Ville Lumière

Pubblicato il in News.

Partiamo quindi da un presupposto: un po’ perché non volete perdere l’opportunità di seguire qualche match dell’Europeo nel maxischermo della immensa Fan Zone allestita in Champ de Mars, proprio ai piedi della Tour Eiffel, un po’ perché una parte del vostro tempo lo vorrete spendere per rilassarvi e non certo per stressarvi alla scoperta di una città che richiederebbe molta più disponibilità di tempo di quella che avete deciso di concedervi, questa guida rapida per prepararsi a Parigi contiene quindi un mix di spunti interessanti attraverso i quali scoprire la città, e non, necessariamente, i suoi monumenti simbolo. Diciamo che quelli li diamo per scontati.

Per prima cosa, dunque, una volta arrivati a Parigi, non dimenticate che questa città è un vero e proprio museo a cielo aperto. Per questo, oltre ai vari Louvre, Musée d’Orsay, Orangerie, Boubourg e via di seguito, non vi sarà difficile scovare delle vere e proprie opere d’arte in pieno centro cittadino.

Partiamo quindi da un presupposto: un po’ perché non volete perdere l’opportunità di seguire qualche match dell’Europeo nel maxischermo della immensa Fan Zone allestita in Champ de Mars, proprio ai piedi della Tour Eiffel, un po’ perché una parte del vostro tempo lo vorrete spendere per rilassarvi e non certo per stressarvi alla scoperta di una città che richiederebbe molta più disponibilità di tempo di quella che avete deciso di concedervi, questa guida rapida per prepararsi a Parigi contiene quindi un mix di spunti interessanti attraverso i quali scoprire la città, e non, necessariamente, i suoi monumenti simbolo. Diciamo che quelli li diamo per scontati.

Per prima cosa, dunque, una volta arrivati a Parigi, non dimenticate che questa città è un vero e proprio museo a cielo aperto. Per questo, oltre ai vari Louvre, Musée d’Orsay, Orangerie, Boubourg e via di seguito, non vi sarà difficile scovare delle vere e proprie opere d’arte in pieno centro cittadino.

Un corso d’acqua che, sempre nell’ottica di risparmiare tempo, potrebbe inoltre suggerirvi di dividere la vostra idea di vacanza a parigini in “Rive Droite” e “Rive Gauche”. Un modo utile anche per capire quale delle due sponde della Senna, alla fine, vi rappresentano di più. Se quella bohémien della rive droite o quella più bourgeoise della rive gauche.

Ma state certi che dopo tutto queste peregrinare, in un momento preciso ma imprecisato della giornata, vi arriverà una fame enorme. Ecco, quello è il momento migliore per testare le migliori pizzerie di Parigi. Perché Parigi non è l’Australia, e di italiani che sanno fare la pizza se ne trovano anche qui.

Se poi invece è più di qualcosa di gustoso che avete voglia, e più nella cultura tipica parigina, beh, allora non possiamo non consigliarvi di scegliere una delle migliori pasticcerie di Parigi. E, nel consigliarvene alcune, non possiamo prepararvi anche che, se da un lato è vero che da queste parti coi dolci vanno forte, è vero altrettanto che se li fanno anche pagare. Scordatevi qualsiasi paragone con l’Italia, sia economico che di gusto, ed immergetevi in questa esplosione di sapori incredibile.


Contattaci subito

Scrivici per avere maggiori informazioni sulle nostre proposte di viaggio.

Contattaci